Cedesmith’s Little Kernel bootloader per HTC HD2

 

Prima schermata di caricamento

Due sono i metodi per avviare Android da NAND sul nostro HTC HD2: il primo è tramite il celeberrimo MAGLDR, il secondo è cLK.

Il secondo, nonostante non sia supportato da tutte le ROM (anche se è comunque possibile installarle tutte), presenta usa serie di vantaggi; tra questi ci evita la scritta che compare prima del caricamento del sistema, permette il funzionamento di ClockWork Mod Recovery anche se dalla ROM si sceglie di riavviare in recovery o si usa ROM Manager e non ha problemi se mettiamo il telefono sotto carica quando è spento.

Lo svantaggio è però una maggiore difficoltà nell’installazione, che qui illusterò.

Innanzitutto dobbiamo scaricare il programma per inviare i comandi via terminale ad Android, definito fastboot, e i rispettivi driver, da questo link. Scarichiamo quindi CLK e tutto il necessario da qui.

Estraiamo quindi il primo archivio in un luogo facilmente raggiungibile dal terminale. Decomprimiamo anche il secondo archivio e ci troveremo davanti a tre ulteriori file RAR, estraiamo il file CustomRUU nell’archivio RUULeo in una cartella, mettiamo quindi il file corrispondente dall’archivio partizioni_clk nella stessa cartella; il file giusto dipende dalla dimensione delle partizioni da utilizzare: il primo valore indica quella di boot, il secondo quello di cache. Avviamo ora CustomRUU.exe avendo cura di collegare l’HTC HD2 in modalità SPL, in modo da eseguire la procedura di flash.

Ci troveremo al prossimo avvio in una schermata con delle righe di output, l’ultima dovrebbe riguardare il già citato fastboot. Il PC troverà un nuovo hardware che non sarà in grado di riconoscere: installiamo i driver contenuti nella cartella corrispondente nel primo archivio scaricato. Estraiamo ora il file di recovery e, dal prompt dei comandi, portiamoci nella cartella corrispondente a fastboot, nell’esempio C:\android.

cd C:\android

In seguito scriviamo sulla partizione di recovery il file estratto, nel nostro caso recovery_3.2.0.1_leo.img

fastboot flash recovery recovery_3.2.0.1_leo

E riavviamo con

fastboot reboot

Abbiamo ora il recovery installato, al riavvio teniamo premuto il tasto Home per accedervi: a questo punto ci basterà installare il file corrispondente alla ROM desiderata. In caso fosse necessario, tramite ClockWork Recovery è possibile simulare un archivio USB e copiare quindi il file ZIP da installare.

 

Fastboot e driver – Download

CLK – Download

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *