Archivio tag: iatkos

Make battery meter work on a Mavericks hackintosh with VoodooBattery

Mavericks battery meterVoodoo Battery is mainly known for two reasons: it works on almost any system, and it has bugs.
However, this is the simplest way to get a battery meter on an hackintosh (tested on Mavericks and iAtkos ML) and bugs can be worked around easily.

Continua a leggere

Mac OS X Lion su Alienware M17X R2

Lion su Alienware M17X

Lion su Alienware M17X

Dopo qualche tempo, ho effettuato con successo l’installazione di OSX Lion sull’Alienware M17X. Si tratta della configurazione con CPU Intel Core i5 e ATI HD5870, per quel che riguarda il processore non dovrebbero esserci problemi con altri sistemi, mentre per la scheda grafica probabilmente ce ne saranno, consiglio quindi a chi ha una VGA diversa di cercare informazioni sulla compatibilità con Lion ed eventuali kext.

Ho eseguito l’installazione con iAtkos L2 (ricordo che è necessario per motivi legali possedere una copia originale di Lion, acquistabile a meno di 30€ dal sito web Apple), che è possibile scaricare via torrent; è ovviamente necessario masterizzare il file .dmg su un DVD, su Windows è possibile usare TransMac, OSX dovrebbe gestire di default tale formato. Consiglio, prima di avviare da questo DVD, di partizionare l’hard disk con GParted se necessario, in quanto l’Utility Disco di Lion non permette di ridimensionare le partizioni.

La procedura di installazione è molto semplice e lineare, ricordo che sarà necessario inizializzare la partizione destinata ad ospitare Lion attraverso l’Utility Disco come HFS (Mac OS Esteso, a vostra discrezione se case sensitive o unsensitive). Prima di procedere con l’installazione, clicchiamo su Personalizza.

A questo punto possiamo selezionare i vari kext e patch da applicare già durante l’installazione. Oltre a quelli indispensabili, ho usato il kext ATY di Netkas per la scheda video (è necessario disabilitare Graphics Enabler), e quello per la scheda Intel Gigabit per la connessione cablata, selezioniamo inoltre la patch per PS2 e i kext per i sensori hardware (evitando ovviamente quello nVidia). Non installiamo ancora il VoodooHDA, spiegherò poi il motivo.

Attendiamo la fine dell’installazione e riavviamo quando necessario.

Procediamo attraverso la creazione del profilo utente, per ora consiglio di usare il cavo ethernet in quanto il wifi non funzionerà. Vedremo che il sistema non presenta particolari problemi, vedremo però che i colori sembrano falsati (il blu sembra viola per esempio); possiamo cambiare il profilo di visualizzazione da Impostazioni, Monitor, Colore.

Ricordo che l’audio probabilmente non funziona: il kext VoodooHDA di per se è funzionante, ma riconosce sia l’uscita audio interna che quella esterna dall’HDMI, e a causa di questo talvolta è causa di kernel panic, anche consecutivi e quindi molto fastidiosi. Personalmente non uso la porta HDMI e ho modificato il kext per cercare (e trovare 😀 ) direttamente gli speaker interni, è possibile scaricare il kext modificato da qui.

Voodoo HDA Kext modificato per M17X – Download

Per installare i kext possiamo usare Champlist, già integrato in iAtkos L2 su Applicazioni.

Per una guida più approfondita all’uso dei programmi necessari per adattare OSX Lion alle nostre preferenze rimando a questo articolo.

La tastiera funziona senza problemi, così come i softkeys (iTunes ha un leggero ritardo nella risposta). Non funziona l’indicatore del bloc num acceso, anzi pare che il tasto bloc num abbia la funzione di PagGiù, ma in ogni caso il tastierino numerico sarà attivo. La webcam integrata funziona senza problemi.

Il touchpad ha un comportamento strano, funziona senza problemi ma è “scomodo”, si può abilitare il click con il tocco ma se si attiva anche l’opzione per trascinare con il touchpad ogni tap verrà visto come una pressione sul tasto destro. Non ho ancora provato altri kext quindi potrebbe essere semplice da risolvere.

Le porte USB funzionano senza alcun problema, mentre non funziona il lettore di schede SD; anche in questo caso non ho ancora cercato una soluzione quindi potrebbe essere solo un kext da installare.

Un importante problema non ancora risolto è la funzione di Stop, che non funziona. Consiglio quindi di disattivare tutte le funzioni da Risparmio energia, portando gli slider su Mai e impostando il computer per riavviarsi in caso di blocco.

Per quel che riguarda il WiFi, non ho avuto modo di far funzionare la scheda integrata Intel ma ho comprato a una Atheros AR5B95 che ho fatto funzionare senza problemi particolari con il kext allegato.

IO80211Family Kext per AR5B95 – Download

Per il montaggio è sufficiente svitare le tre viti sotto il vano della batteria e far scorrere la parte superiore dove risiete il touchpad, prestando attenzione a non danneggiare il connettore del pad stesso. Al riavvio successivo ci basterà abilitare l’interfaccia dalle Impostazioni.

Mac OS X Lion su HP Probook 6550b, Resetting IO Catalogue risolto

OSX Lion su HP Probook

Ho provato di nuovo a installare OSX, questa volta Lion, sul mio computer (ora un HP Probook 6550b).

Per l’installazione ho usato il DVD iAtkos L2 (ricordo che è comunque necessario possedere il DVD originale o l’installazione via USB per questioni legali) su una partizione, installando Chameleon come bootloader, il fix per le porte PS2, i driver per la scheda ethernet Intel (l’unica voce) e infine i driver VoodooHDA (ultima versione).

Chameleon è un boot manager che permette di avviare OSX e riconosce anche altri sistemi operativi permettendo, all’avvio, di scegliere quale di questi avviare. A differenza di GRUB e del programma di Windows, Chameleon permette di applicare diversi temi (anche elaborati) e di avviare il sistema con dei parametri preimpostati. Il disco di installazione mette anche a disposizione Chimera, un fork di Chameleon.

Come precisato è inoltre necessario il fix per le porte PS2 in quanto permettono al sistema di riconoscere quantomeno la tastiera per portatile, e qui viene il problema: il touchpad non funziona, per quanto possiamo provare. Dopo numerosi tentativi sono giunto a una soluzione che renderò presto disponibile.

Ultima nota va ai driver VoodooHDA, in quanto hanno due difetti: non permettono il controllo del volume e causano kernel panic casuali (il primo problema risolto, il secondo no).

Chi avrà già fatto la prova avrà però riscontrato un problema al primo avvio: il sistema a un certo punto si blocca e, se avviamo in modalità verbose (-v all’avvio) vediamo che l’errore è un certo Resetting IO Catalogue. L’errore avrebbe dovuto trovare una soluzione con iAtkos L2, in realtà, su questo portatile, si riscontra ugualmente.

Si tratta di un problema con i nuovi processori Intel Core i3, i5 e i7 e le schede video a loro integrate: ci basta quindi avviare da un altro sistema operativo, accedere al drive di OSX, nella cartella System/Library/Extensions e cancellare AppleIntelHDGraphics.kext, AppleIntelHDGraphicsFB.kext, AppleIntelHDGraphicsGA.plugin, AppleIntelHDGraphicsGLDriver.bundle e AppleIntelHDGraphicsVADriver.bundle, riavviamo quindi su Lion e riusciremo ad avviare la procedura guidata di configurazione con la tastiera interna del notebook e un mouse esterno, per ora.

Per accedere alla partizione di OSX da Windows esiste un programma in trial per 5 giorni, MacDrive.